GESTIONE,ORGANIZZAZIONE,RILEVAZIONE

Laten we beginnen. Het is Gratis
of registreren met je e-mailadres
GESTIONE,ORGANIZZAZIONE,RILEVAZIONE Door Mind Map: GESTIONE,ORGANIZZAZIONE,RILEVAZIONE

1. FATTI INTERNI:

1.1. TRASFORMAZIONE TECNICO EC. CHE INIZIANO E TERMINA NELL AZIENDA.SENZA SCAMBI ESTERI

2. 1 ATTO DI VITA DI UN AZIENDA PROGETTAZIONE,IL LUOGO DOVE SARA COSTRUITA E COSA DOVRA' OPERARE

3. TRE GRANDI AREE

3.1. GESTIONE: COLLEGATE ALLA PRODUZIONE E VENDITA BENI E SERVIZI

3.2. ORGANIZZAZIONE: OPERAZIONI RIVOLTE AL COORDINAMENTO TRA GLI IMPIEGATI ES:RICERCA

3.3. RILEVAZIONE: CONSISTE RACCOLTA DI INFORMAZIONI PER FAR CONOSCERE I RISULTATI DELL'AZIENDA.

3.4. INSIEME FORMANO: COMBINAZIONI ECONOMICHE

4. AMBITO GESTIONE TROVIAMO 4 GRUPPI:

4.1. FINANZIAMENTO:

4.1.1. AZIENDA PROCURA SOMME DI DENARO X SVOLGERE ATTIVITA'.

4.2. INVESTIMENTO:

4.2.1. METTE A DISPOSIZIONE CAPITALI GENERANDO FATTORI PRODUTTIVI

4.3. TRASFORMAZIONE TECNICO ECONOMICO:

4.3.1. AL SUO INTERNO L AZIENDA AQUISTA I FATTORI PER REALIZZARE ATTIVITA DI PRODUZIONE DIRETTA (TRASFORMAZIONE FISICA) E INDIRETTA (TRASFERIMENTO DI BENI NELLO SPAZIO E TEMPO

4.4. DISINVESTIMENTO:

4.4.1. AZIENDA VENDE BENI E SERVIZI AI CLIENTI,DANNO LUOGO USCITE DI BENI CONTRAPPOSTE IN ENTRATE DI DENARO.

5. FATTI ESTERNI:

5.1. LEGATE OPERAZIONI DI FIN.INV. E DIS. CHE SI CONCRETIZZANO CON SCAMBI NELL AMBIENTE ESTERO.

6. ASPETTI GESTIONE:

6.1. FATTORI PRODUTTIVI X BENI

6.1.1. TECNICO

6.2. RAPPRESENTATO CONSTI X FATTORI PRODUTTIVI+RICAVI NELLE VENDITE DI BENI E SERVIZI

6.2.1. ECONOMICO

6.3. USCITE MONETARIE ED ENTRATE

6.3.1. FINANZIARIO

7. COSTRUZIONE AZIENDA

7.1. PERSONE O GRUPPO X COSTRUIRE DEVE DEPORRE CAPITALI

7.2. CAPITALE PROPRIO

7.2.1. PROVIENE DALL'IMPRENDITORE O SOCI E POSSIAMO DISTINGUERLI IN:

7.2.1.1. CONFERIMENTO IN DENARO: PER LA COSTRUZIONE AZIENDA

7.2.1.2. UTILI:CONSERVATI PER DARE LUOGO ALL'AUTOFINANZIAMENTO.

7.3. CAPITALE DI DEBITO

7.3.1. SOGGETTI METTONO A DISPOSIZIONE SOMME DI DENARO MA PER L AZIENDA QUESTI SOGGETTI RAPPRESENTANO DEBITI E CHI LI CONCEDE SONO DEFINITI CREDITORI.DISTINGUIAMO:

7.3.2. DEBITI DI FINANZIAMENTO: VERI PRESTITI

7.3.3. DEBITI DI REGOLAMENTO:NASCONO EFFETTUANDO ACQUISTI CONCORDANDO CON I FORNITORI.

7.4. IN BASE DURATA DISTINGUAMO:

7.4.1. BREVE TERMINE: SCADENZA NON SUPERIORE 1 ANNO

7.4.2. MEDIO TERMINE: TRA 1 E 5 ANNI

7.4.3. LUNGO TERMINE:SUPERIORE 5 ANNI

8. INVESTIMENTI:

8.1. CON FINANZIAMENTI RACCOLTI AZIENDA EFFETTUA INVESTIMENTI.AQUISTA FATTORI PRODUTTIVI DI CUI NECESSITA:

8.2. BENI STRUMENTALI: SERVONO A PRODURRE ALTRI BENI.PARTECIPANO +VOLTE.

8.3. BENI DI CONSUMO: SODDISFANO DIRETTAMENTE UN BISOGNO.BREVE CICLO SONO IMPIEGATI IN UN SINGOLO PROCESSO PRODUTTIVO.

9. PATRIMONIO:

9.1. INSIEME BENI A DISPOSIZIONE NELL'AZIENDA.

9.2. ASPETTO QUALITATIVO:CARATTERISTICHE

9.3. ASPETTO QUANTITATIVO:VALORE

10. REDDITO ESERCIZIO:

10.1. INSIEME DI OPERAZIONE SVOLTE IN UN PERIODO AMMINISTRATIVO.LA SUA DIVISIONE DI INTERVALLI E EFFETTUATA PER:

10.2. CARATTERE PRATICO:

10.2.1. PER DETERMINARE IL RISULTATO

10.3. CARATTERE GIURIDICO:

10.3.1. PERCHE LE NORME CIVILI DANNO LUOGO AL PAGAMENTO DI IMPOSTE CALCOLATE SUI RISULTATI CONSEGUITI.

10.4. SI DETERMINA EFFETTUANDO CALCOLO TRA RICAVO+COSTI:

10.4.1. POSITIVO: UTILE RICAVI SUPERIORE COSTI

10.4.2. NEGATVO: PERDITA SE I COSTI SUPERIORI RICAVI.