Arte Paleocristiana

Iniziamo. È gratuito!
o registrati con il tuo indirizzo email
Arte Paleocristiana da Mind Map: Arte Paleocristiana

1. Editto di Milano. 313 d.C.

1.1. Dopo l'adesione di Costantino al Cristianesimo, i Cristiani ottennero il diritto di professare la propria fede.

1.1.1. Nacquero importanti edifici di culto come:

1.1.1.1. La Basilica

1.1.1.1.1. Forma rettangolare

1.1.1.1.2. Basilica di San Pietro

1.1.1.1.3. Composta di elementi principali come: L'Abside: chiudeva la pianta rettangolare. Il Presbiterio: spazio riservato al Clero. Il Transetto: spazio rettangolare trasversale alle navate.

1.1.1.2. Il Battistero

1.1.1.2.1. Edificio specifico per il Battesimo, la forma più comune era quella ottagonale così come l'impianto (simboleggiavano la Resurrezione di Cristo nell'ottavo giorno),

2. Ravenna

2.1. Linguaggio aniconico ebreo

2.1.1. Rappresentava l'assenza di rappresentazione materiale del mondo soprannaturale usato in particolare nelle religioni monoteiste

2.2. arte simbolica

2.2.1. Sant'Apollinare Nuovo

2.2.1.1. Palazzo di Teodorico

2.2.1.1.1. Mosaico rappresentato in prospettiva ribaltata, con le ali dl portico sullo stesso piano della facciata principale

2.2.1.2. Nella quale è presente un Mosaico che rappresenta la trasfigurazione di Cristo, suddiviso in due registri orizzontali.

2.3. arte greco-romana

3. Linguaggio naturalistico

3.1. V secolo. E' un linguaggio nel quale la rappresentazione del Sacro rimane connessa alla realtà, le scene sono di tipo narrativo e naturale

4. Linguaggio del VI secolo

4.1. Rimane l'aspetto simbolico che si collega con gli aspetti del linguaggio naturalistico affiancato al linguaggio figurativo.

5. DAL punto di vista stilistico rimane ancorata alla tradizione Romana. Rispondeva alla necessità di riservatezza per i fedeli di culto perseguitati, inoltre rispettava l'Aniconismo.

6. Veniano usati principali simboli come il CHIRO e il PESCE usati per rappresentar Gesù.

7. Cambiò la percezione dello spazio, le figure si smaterializzano.