TEORIE del MUTAMENTO SOCIALE

Jetzt loslegen. Gratis!
oder registrieren mit Ihrer E-Mail-Adresse
Rocket clouds
TEORIE del MUTAMENTO SOCIALE von Mind Map: TEORIE del MUTAMENTO SOCIALE

1. Spencer: teoria dell'evoluzione cosmica generale.

1.1. La società si muove naturalmente da uno stato di omogeneità a uno stato di sempre maggiore eterogeneità, facendo così subentrare differenze tra gli individui. Queste aumentano all'aumentare della complessità della società perché aumentano le funzioni.

2. COMPTE: la legge dei tre stadi

2.1. TEOLOGICO (si giustifica tutto con la presenza di una entità superiore)

2.2. METAFISICO: (la ragione si afferma e si cercano nuove cause per spiegare la Natura. Le cause individuate sono ancora astratte ma questa volta di carattere razionale, non più legato al concetto di fede.)

2.3. SCIENTIFICO: riconoscendo l’impossibilità di raggiungere delle nozioni assolute rinuncia a cercare l’origine e le cause dei fenomeni, per dedicarsi a scoprire, con l’uso opportunamente combinato del ragionamento e dell’osservazione, le leggi che le governano.

3. HOBHOUSE e teoria positiva: miglioramento sociale

3.1. Lo sviluppo intellettuale e morale determina uno sviluppo sociale, quindi più si va avanti e più la società progredisce. (come Comte grande importanza alla conoscenza)

4. MARX: teoria capitalistica

4.1. Lo sviluppo delle forze produttive (=macchine, materie prime, ecc) porta a trasformazioni nei rapporti di produzione (=rapporti tra le classi). Spesso tra forze produttive e rapporti di produzione si crea un contrasto che porta la classe subalterna al rovesciamento dei modi di produzione e dunque all'instaurazione di una nuova organizzazione sociale (anch'essa destina ad essere sovvertita nel futuro)

5. PARETO e la teoria elitaria

5.1. Cambiamenti sociali sono sempre dovuti allo scontro tra classi di elite ognuna delle quali vuole avere più potere dell'altra.

5.1.1. Concorda con Marx che mutamenti sociali dovuti a conflitti economici

6. La società è soggetta a continue trasformazioni, ma la stratificazione sociale continua a perpetrarsi nel tempo. Le trasformazioni sono dovute al malcontento per la stratificazione.

6.1. Per MUTAZIONE SOCIALE s'intende il mutamento dei modelli di ordine sociale e della stratificazione sociale. Sta alla base della devianza.

6.1.1. La mutazione è favorita da FATTORI

6.1.1.1. ENDOGENI (interni)

6.1.1.1.1. Variazioni demografiche

6.1.1.1.2. Variazioni nel numero di posizioni sociali

6.1.1.1.3. Accumulo/diminuzione di ricchezza (-> nuove classi sociali e quindi maggiori conflitti)

6.1.1.1.4. Azione di movimenti sociali interni alla società che esercitano pressione sulla stessa (femministe, ecologisti, omosex ecc)

6.1.1.2. ESOGENI (esterni)

6.1.1.2.1. Guerre

6.1.1.2.2. Forte ondate migratorie

6.1.1.2.3. Contatto con altre culture e acculturazione (=passaggio di elementi da una cultura ad un'altra)

6.1.1.2.4. Variazioni nell'ambiente naturale (grandi e lunghi periodi di siccità ecc)